fbpx TermoScanner e novità in aeroporto - Sicurezza viaggi | Rimborso Al Volo

TermoScanner e novità in aeroporto - Sicurezza viaggi

E’ ormai sicuro che si tornerà a viaggiare, le notizie si sono diffuse rapidamente, e le compagnie stanno già rassicurando i propri viaggiatori che faranno il possibile per far tornare la situazione alla fase pre-Covid.

Nonostante l’entusiasmo, ci vorrà un pò di tempo (alcuni ipotizzano estate 2022) per tornare ad avere lo stesso numero di voli giornalieri. E’ quindi una strada in salita, ma con l’aiuto della tecnologia, si sta cercando di garantire la sicurezza dei viaggiatori e degli operatori e allo stesso tempo il libero accesso alle tratte, più o meno turistiche.

 

Quali saranno gli standard per garantire la sicurezza?

 

Al momento uno standard non c’è, ogni paese si sta regolando a proprio modo e non c’è stata una risposta unanime se non poche ipotesi su cui molti stanno concordando.

 

Sembra ormai certo che i tempi di attesa saranno più lunghi, anche per permettere di effettuare un test a tutte le persone che si mettono in viaggio.
Alcuni aeroporti, se non tutti, pensano di eliminare il check-in online così da poter effettuare il test prima di arrivare al desk della compagnia e scoprire se è possibile partire o meno.

 

La mascherina sarà un obbligo.


Finger sarà la strada preferenziale per salire e scendere dall’aereo, in questo modo si eviteranno ulteriori movimenti per i passeggeri.

 

Aerei disinfettati dopo ogni viaggio, il che soprattutto nel caso delle low cost inciderà sul prezzo, perchè dovranno diminuire i viaggi per singolo mezzo per facilitare l’igienizzazione del mezzo.


Vediamo nel dettaglio i punti più sicuri per chi si appresta a volare e che avranno una ricaduta direttamente sulla vita dei passeggeri:

  • Regolamentazione Covid in Europa
  • App per monitorare gli spostamenti in modo autonomo
  • Termo Scanner
  • Mascherina

 


Regolamentazione Covid in Europa e Quarantena

Come dicevamo la regolamentazione è al momento decisa dalla singola autorità nazionale. Come riporta La stampa nel suo articolo del 17 maggio 2020, abbiamo un labirinto in cui può essere molto facile perdersi.
E’ quindi cura del passeggero informarsi prima di mettersi in viaggio. Qui riportiamo le differenze tra i paesi EU che trovate nello stesso articolo:

  1. Austria:
    A meno che il passeggero non stia facendo scalo nel paese, chi atterra dovrà forzatamente intraprendere un periodo di quarantena auto-controllata.Se dispongono di un alloggio possono recarsi lì, se invece non avessero possibilità, sarà dato loro un alloggio e confinati d’autorità.Per evitare la quarantena, dovranno munirsi di un test Covid negativo che hanno effettuato non più di 4 giorni prima, oppure saranno sottoposti a test durante la quarantena e potranno uscire prima dei 14 giorni se questo risultasse negativo.Normativa per ora valida fino al 14 Giugno.
     
  2. Belgio:
    In questo paese, si richiede al personale di bordo di segnalare casi sospetti di Covid così da poter sottoporre i viaggiatori ai controlli in fase di disimbarco. Ad oggi, nessun cambiamento nella regolamentazione nè quando questa sarà modificata.
     
  3. Danimarca:
    Può scendere dall’aereo solo il cittadino danese che torna a casa, o anche un non danese per ragioni gravissime e documentate.  E’ però possibile per tutti effettuare uno scalo. Oppure, il non Danese che ha parcheggiato la macchina all’aeroporto di Copenaghen. Potrebbe esserci una modifica della normativa già dai primi giorni di Giugno.
     
  4. Francia:
    Possono entrare solo i cittadini francesi o comunitari e quelli con permesso permanente di soggiorno. Gli scali sono consentiti, senza uscire dall’area internazionale degli aeroporti. Dal primo di Giugno si prevede un’allentamento maggiore delle misure sul turismo.
     
  5. Germania:
    In Germania, c’è stato un graduale allentamento delle restrizioni. E’ comunque una situazione emergenziale, quindi anche Lufthansa ha ridotto i voli e allo stesso tempo consiglia di controllare l’operatività del volo.
     
  6. Grecia:
    14 giorni di quarantena per tutti coloro che scendono dall’aereo. Fanno eccezione i passeggeri in transito. Inoltre tutti i voli e i collegamenti per l’Italia sono sospesi fino alla fine del mese di Maggio. Potrebbe essere prolungato il tempo.
     
  7. Irlanda:
    Come in Grecia, si richiede l’auto-isolamento per 14 giorni. Per ora l’Irlanda è collegata all’Italia tramite volo da Dublino per Londra.
     

Vi ricordiamo che il Governo Italiano ha predisposto gli aggiornamenti sui singoli Paesi tramite il sito viaggiaresicuri.it
 

 

App per monitorare gli spostamenti in modo autonomo
 

Si è molto parlato di app di tracciamento negli ultimi tempi. Uno strumento utile, ma controverso, per avvertire le persone se sono entrati o meno in contatto con persone che hanno contratto il virus. L’idea ha suscitato molte polemiche in quanto estremamente lesiva della privacy secondo alcuni. Per altri uno strumento necessario per evitare che il proliferare del contagio continui senza freni nel prossimo futuro.

Monitorare la salute e poi far si che gli individui non diffondano il virus è alla base di quanto già sta accadendo nella provincia autonoma cinese di Hong Kong.
Quando il viaggiatore atterra, viene sottoposto ad una serie di test alla fine dei quali, se nessuno viene ritenuto infetto, si potrà uscire dall’aeroporto con una serie di precauzioni.

 

Oltre ad un monitoraggio per 2 settimane della temperatura, viene richiesto anche di scaricare l’app StayHomeSafe e a questa si associa un braccialetto che produrrà un unico numero identificativo. 

 

Quella utilizzata ad hong kong è una misura assai diversa dalle app che si stanno sviluppando in Europa e basate sull’utilizzo del bluetooth (che può essere spento dall’utente in modo autonomo). 

 

All’infuori del dato puramente tecnologico, potremmo doverci abituare ad avere questo genere di richieste nei diversi paesi dove si viaggia. Ricordando, come abbiamo visto, che ogni paese si sta muovendo in maniera abbastanza autonoma.


Termo scanner

Un termometro a distanza che conosce diverse varianti, si parte dal classico termometro a pistola, al termoscamera, fino agli elmetti con telecamera infrarossi in dotazione che in Italia vengono ormai utilizzati a Fiumicino.

Sono strumenti che con una certa distanza riescono a misurare la temperatura grazie alla radiazione termica che ogni essere umano sprigiona.

Sono sicuramente uno strumento efficace che è ormai obbligatorio non solo in aeroporto ma anche nei locali pubblici.


Mascherina

 

Le mascherine sono forse l’oggetto del momento. Dalla versione base a quelle personalizzate, sono sempre di più un oggetto che fa parte della nostra vita quotidiana.

Essendo ormai obbligatorio portarle in strada, sarà anche più obbligatorio portarle durante il proprio volo (nazionale ed internazionale).

 

A chi spetta il compito di deliberare sul loro utilizzo?

Sinceramente, anche qui non è chiara, se deve essere una policy della compagnia o deve esserci un’intesa tra Stati che si adoperino per obbligare le persone ad indossarle prima, durante e dopo il volo.


Noi, attenendoci a quanto è stato finora detto dalle autorità sanitarie, consigliamo di utilizzarle in ogni luogo dove potrebbe esserci un avvicinamento con altre persone. Sia per la propria che altrui sicurezza.

E quindi..

Quindi ci ritroveremo sicuramente a viaggiare in modo diverso, sarà cura del passeggero doversi rendere conto che non si tratta più semplicemente di prendere l’aereo ma anche di controllare tutte le informazioni necessarie per viaggiare.

 

Inoltre, è sempre consigliabile al passeggero che non si sente in grado di viaggiare di rimanere in casa e rinunciare, questo per evitare di andare in paesi dove sarà poi necessario pagare anche una struttura medica. Oppure, vedersi reimbarcare subito dopo essere scesi dall’aereo.

 

Aumentano quindi gli obblighi verso i passeggeri, i tempi si allungano e sarà quindi possibile riscontrare molti disagi nella fase di imbarco. I ritardi diverranno quotidiani, ritardando i piani dei viaggiatori.

Perchè se i passeggeri devono rispettare le regole, queste devono essere anche rispettate dalle compagnie che dovrebbero sempre rispettare orari ed essere disposti a risarcire quando non sono in grado di effettuare il servizio.

Se volete ulteriori informazioni sui voli, potete leggere anche questo nostro articolo

Noi di Rimborso al Volo rimaniamo al vostro fianco per tutti questi problemi.

Compagnie aeree

Rimborsoalvolo.it

4.8767
Voto medio: 4.9 / 5
Voti: 1176
1176 clienti soddisfatti

Dicono di noi

Leggi tutti i feedback